Come accedere all’abbondanza della vita?

Come accedere all’abbondanza della vita?

Joyà day 22046 💚 26 giugno 2017 💙 🍾🎼🎂🥂 http://bit.ly/VitaDaFavola Renatogervasi.com

Pubblicato da Renato Gervasi - Joyà Designer su Domenica 25 giugno 2017

Le volte in cui abbiamo parlato di conflitto sono davvero innumerevoli, ma ci siamo mai chiesti cosa sia realmente un conflitto e quanto esso incida sulla nostra capacità di crescere?

A ben riflettere, il conflitto è parte integrante della vita, base di ogni principio evolutivo, elemento essenziale del gioco, il grande gioco della Vita. La natura ci insegna che il conflitto è insito nell’Universale. Basta osservare gli opposti:  il giorno e la notte, il sole e la pioggia, la terra e il mare ecc. Tutto si muove, si fonde e si confonde in nome di un’armonia superiore che regge l’Universo.

Nonostante questa sia una verità inconfutabile tendiamo ad evitare il conflitto piuttosto che accoglierlo in tutte le sue sfaccettature ignorando che il prezzo da pagare è spesso troppo alto: la pace fuori di noi, il conflitto dentro di noi.

Dimentichiamo infatti che la capacità di accedere alla ricchezza della vita è legata alla capacità di accedere al conflitto e superarlo. Le dinamiche conflittuali sono infatti fondamentali nel processo di crescita interiore e nella cementificazione delle relazioni umani. Viverle appieno può significare vivere una condizione di sofferenza e di crisi ma può risultare particolarmente funzionale nella presa di coscienza del Sé. Man mano che l’Io conosce la differenza dal sé e il sé con l’altro, supera la condizione di instabilità emotiva approdando ad una maggiore indipendenza.

Per comprendere il valore del conflitto è necessario compiere un percorso al fine di riconoscere il luogo emotivo in cui siamo collocati.

  • luogo dei Nati rassegnati. Qui la tendenza è quella di subire. La pace “sociale” è fuori di noi ma la nostra anima è scossa dalla guerra. Il frutto che in questo luogo possiamo cogliere è la costrizione dell’essenza personale. La Ricchezza che in questo luogo possiamo ricavare è la sofferenza.
  • luogo dei Nati per soffrire. Il dolore ci permette di rinascere a noi stessi come individui partecipanti e co-creanti alla vita. Non siamo più disposti ad accettare la costrizione pertanto iniziamo a metterci in lotta con noi stessi e con tutti. La guerra è fuori e dentro di noi. La Ricchezza che possiamo ricavarne è l’intuizione
  • luogo dei Nati per Lottare. Approdati in questo luogo sappiamo bene cosa vogliamo. La guerra è fuori di noi ma dentro regna la pace. La chiave di volta è la capacità di negoziare il mio desiderio con la volontà del mondo e dell’Altro. La Ricchezza ricavata è la
  • Luogo dei Nati per gioire. Qui accogliamo gioiosamente la Vita, gli Altri e Noi. Condivisione, dialogo e scambio profondo sono gli elementi che hanno reso possibile l’osmosi tra noi, il mondo e l’Altro facendoci approdare all’armonia dinamica universale. Costruiamo e partecipiamo alla meraviglia divina. Siamo nel’armonia dentrofuori di noi. Le dicotomie sono state annullate. La ricchezza è per Noi, Noi tutti e il Tutto. Siamo immersi nell’eterno divenire e non facciamo fatica. La più grande ricchezza ottenuta è lo scambio.

Per concludere possiamo dire che l’ideale a cui tendiamo è la capacità di attingere alla ricchezza della Vita e della nostra vita  attraverso il superamento del conflitto con noi stessi e con gli altri e la Vita. Qualora questo non fosse possibile, impariamo a risolviamo il conflitto da soli per poi ricercare la condivisione con gli altri.

Scrivi un commento: